Depressione - ZeroAnsia

Vai ai contenuti

Menu principale:

DEPRESSIONE

 
La depressione è uno dei disturbi psichici più comuni e invalidanti. La percentuale di persone che soffrono di depressione sembra essere in costante aumento.

 




 
La depressione può colpire chiunque a qualunque età. Sembra comparire con maggior frequenza tra i 25 e i 44 anni di età. Relativamente al genere, la depressione è due volte più comune nelle donne adolescenti e adulte, mentre le bambine e i bambini sembrano soffrirne in egual misura.
 
“A volte mi sento triste. Sono depresso?
 
Capita a tutti di avere delle giornate “NO” in cui ci sentiamo “giù” e irritabili. Molto probabilmente non si tratta di un disturbo depressivo, ma di un calo d’umore passeggero.
 
La depressione invece si prolunga nel tempo ed è caratterizzata da molti altri sintomi.

 
Quali sono i sintomi della depressione?
 
·         Umore depresso per la maggior parte del giorno, quasi tutti i giorni (la persona si sente triste, vuota, disperata, oppure tende al pianto e alla  lamentazione).
 
·         Marcata diminuzione di interesse o piacere per tutte o quasi tutte le attività che prima interessavano e davano piacere. Molto frequentemente si presentano l’anedonia (stanchezza, affaticamento, mancanza di energie) e la demotivazione.
 
·         Aumento o una diminuzione significative dell’appetito e quindi del peso corporeo senza essere a dieta.
 
·         Insonnia o ipersonnia quasi tutti i giorni.
 
·         Rallentamento o agitazione psicomotori.
 
·         Disturbi del sonno (dorme di più o di meno o si sveglia spesso durante la notte o non riesce ad addormentarsi o si sveglia precocemente).
 
·         Faticabilità o mancanza di energia.
 
·         Ridotta capacità di pensare o di concentrarsi, mantenere l’attenzione e prendere decisioni.
 
·         Pensieri ricorrenti di morte o di suicidio, che possono andare da un vago senso di morte e desiderio di morire fino all’intenzione di farla finita con una vera e propria pianificazione e tentativi di suicidio.
 
Il sintomo soggettivo prevalente è la sensazione di essere inutile, negativo o continuamente colpevole che può arrivare all’odio verso di sé.
 
I sintomi depressivi sono presenti tutti i giorni per quasi tutto il giorno per almeno 15 giorni, causando un disagio clinico significativo e compromettono il normale funzionamento sociale, lavorativo o in altre aree importanti per la persona.
 
È da tener presente che vi sono diverse tipologie di disturbo depressivo accumunate dai sintomi sopra elencati e diversi livelli di gravità.

 
Come si può curare la depressione?
 
La Terapia Cognitivo-Comportamentale (TCC) ha dimostrato scientificamente una buona efficacia sia sui sintomi acuti che sulla ricorrenza.
 
Nel corso della Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale la persona viene aiutata a prendere consapevolezza dei circoli viziosi che mantengono e aggravano il disturbo e a liberarsene gradualmente attraverso la riattivazione del comportamento e l’acquisizione di modalità di pensiero e di comportamento più funzionali.
 
Inoltre, dal momento che la depressione è un disturbo ricorrente, la TCC prevede una particolare attenzione alla cura della vulnerabilità alla ricaduta. Per far questo utilizza anche specifici protocolli, come il lavoro sul Benessere Psicologico e la Mindfulness.
 
A volte è necessario associare la TCC ai farmaci antidepressivi o ai regolatori dell’umore, soprattutto nelle forme moderate-gravi.

 
L’associazione della Terapia Cognitivo-Comportamentale ed i farmaci aumentano l’efficacia della cura.
 
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu