Apprendimento e Studio - ZeroAnsia

Vai ai contenuti
APPRENDIMENTO E STUDIO




 
Che cos'è l'apprendimento? Proviamo a darne una definizione: È un processo psichico che conduce a modificazioni durevoli nel comportamento per effetto dell’esperienza. Non ce ne accorgiamo ma ogni situazione che viviamo ci fornisce materiale da apprendere e siamo costantemente impegnati ad imparare!
 
"Dobbiamo pensare all’apprendimento come una struttura vivente che ogni millesimo di secondo trasforma tutto ciò che siamo, viviamo, sentiamo, pensiamo!" (Daniela Lucangeli)
 
È la stessa cosa di studiare? No, lo studio è un particolare tipo di apprendimento definito intenzionale, che si contrappone ad un apprendimento incidentale ovvero quando siamo esposti a situazioni dove l’obiettivo principale non è generare un apprendimento esplicito diretto ad uno scopo (pensiamo ad esempio a quando ascoltiamo musica, vediamo un film ecc).
 
L’attività di studio è infatti intenzionale e autodiretta dallo studente che decide di studiare scegliendo obiettivi, tempi e strategie. Quindi per studiare è necessario che ci siano:
 
     Intenzione  
 
     Motivazione
 
     Autoregolazione
 
     Predisposizione emotiva
 
     Azioni dirette ad uno scopo ovvero tecniche e strategie di studio
 
Semplice? Per niente! O almeno non per tutti e in tutte le occasioni.
 
Molto spesso infatti il momento dello studio e dei compiti a casa si rivela estremamente complicato sia per il bambino che per il genitore: il figlio si rifiuta ripetutamente di impegnarsi, temporeggia, si perde, si lamenta, sbuffa, e il genitore si infastidisce, si sente preso in giro, oppure vive tali comportamenti come una provocazione, comportamenti spesso lamentati anche a scuola dalle insegnanti.
 
Che fare quindi? Ciò che occorre è capire da dove scaturiscono le difficoltà che possono essere di diverso tipo: cognitive (“non capisco”), emotive (“non sto bene”), e/o motivazionali (“non ho voglia”).
 
Individuare tali criticità permetterà di sviluppare un giusto atteggiamento  all'apprendimento e di guidare il ragazzo verso un metodo di studio più funzionale, stimolando la consapevolezza delle proprie capacità e aumentandone la motivazione e l'interesse allo studio.
 
Tramite un percorso mirato il professionista troverà insieme allo studente le strategie più adatte per un metodo di studio efficace e flessibile, lavorando sulle risorse personali, per affrontare al meglio tutte le sfide che la scuola e lo studio propone.
 


 
Torna ai contenuti