22. Psicodiagnostica infantile - ZeroAnsia

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Ambiti
PSICODIAGNOSTICA INFANTILE



Che cosa si intende per Psicodiagnostica?
Con questo termine facciamo riferimento al processo di valutazione e di accertamento del problema presentato dalla persona, rappresenta il primo passo che è necessario compiere per valutare il tipo di richiesta del paziente nonché le azioni di intervento da mettere in atto in seguito.
Scopo della psicodiagnosi è la valutazione in termini psicologici e psicopatologici, tende ad indagare le dimensioni cognitive, emotive e comportamentali, all’interno di un processo multidimensionale capace di integrare informazioni da diverse possibili fonti. La valutazione, quindi,  va oltre la rilevazione di sintomatologie psicopatologiche e si pone l’obiettivo di comprendere il funzionamento globale di una persona (ma anche di gruppi, organizzazioni o comunità) al fine di poter poi pianificare efficaci interventi di supporto, di abilitazione e/o riabilitazione, di prevenzione e/o di promozione della salute e benessere psicologico.
La psicodiagnosi fa parte di quel percorso chiamato "Assessment", nel quale è accompagnata da un altro strumento fondamentale: il colloquio clinico. Grazie a questi due strumenti il clinico è in grado di raccogliere informazioni e orientare così le decisioni del trattamento. È una tappa essenziale del percorso terapeutico, dal momento che rende inoltre maggiormente consapevole il paziente stesso del suo problema, di quali sono i tempi e le strategie migliori per affrontarlo.
La psicodiagnosi si avvale per fare ciò di strumenti validati e scientificamente efficaci quali interviste semi-srutturate, test self-report, batterie testologiche specifiche.
Quella infantile è differente?
Vista la centralità della procedura, la valutazione psicodiagnostica ha numerosi ambiti di applicazione, il campo clinico e psicopatologico in relazione all'età evolutiva è uno dei più frequenti (fra gli altri troviamo ad esempio la psicologia del lavoro, l'orientamento professionale, la selezione o consulenza organizzativa, l'area giuridico-forense, la disabilità, l'invecchiamento ecc.). A seconda quindi dello scopo, dell'ambito e dei soggetti target della valutazione, si utilizzeranno strumenti, tecniche e procedure specifiche e differenziate.
Nell'area della psicopatologia dell'età evolutiva, il processo valutativo psicodiagnostico assume rilevanza fondamentale. I disturbi dell'età evolutiva (anche definiti Disturbi del Neurosviluppo) fanno la loro comparsa nelle prime fasi dello sviluppo della persona, implicando solitamente una compromissione del funzionamento personale, sociale, scolastico e lavorativo. Tra questi ad esempio i disturbi d'ansia, i disturbi dell'umore, i disturbi dello spettro autistico, il disturbo da deficit dell'attenzione e iperattività (ADHD), i disturbi specifici dell'apprendimento (DSA), il disturbo ossessivo-compulsivo, il disturbo da tic ecc.
Ne consegue che la valutazione del funzionamento del bambino e dell'adolescente, delle difficoltà e delle risorse che presenta nelle diverse sfere d'azione è essenziale, ed è proprio questo quello a cui mira il percorso di psicodiagnosi, che terrà conto delle tappe dello sviluppo, nonché dei fattori di rischio e di protezione implicati nell'insorgenza della psicopatologia.
L'obiettivo della psicodiagnosi non è solo quello di arrivare ad un'etichetta diagnostica, seppur è fondamentale saper individuare specificatamente la tipologia di disturbo che si presenta, ma quello di comprendere a pieno il funzionamento caratteristico del bambino e dell'adolescente che il clinico ha di fronte. Il percorso psicodiagnostico con i soggetti in età evolutiva prevede quindi colloqui con i genitori, colloqui con il bambino/adolescente, spesso anche con gli insegnanti, oltre che la somministrazione di specifiche batterie di test. Necessario inoltre il lavoro in èquipe, per garantire una presa in carico multidisciplinare del soggetto nel caso si renda necessario.


 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu